Sanità e lavoro: problemi da affrontare subito!

Ci troviamo in un contesto sia economico sia sociale grave. La crisi non è solo finanziaria, è sociale e non è vero che è finita: coloro che cercano lavoro sono aumentati di oltre il 20% nel corso della legislatura e ci troviamo con quasi 16’000 cittadine e cittadini che non riescono a pagare le stangate delle casse malati. Bisogna correre ai ripari con misure incisive che mettano finalmente nella pattumiera le tesi del “meno Stato e più mercato” che ci ha portato in questa situazione di ingiustizia sociale diffusa. Le proposte concrete nei due ambiti che ho citato sono tutte politiche, nel senso che occorre il coraggio politico per farlo, anche andando contro i poteri forti di manager e profittatori vari: in ambito sanitario dobbiamo iniziare con l’aumento del limite di reddito al di sotto del quale scatta il diritto ai sussidi ai premi di cassa malati per poi introdurre i premi proporzionali al reddito. In ambito lavorativo occorre anzitutto vietare le agenzie di lavoro interinale e introdurre un salario minimo (anche per gli apprendisti, troppo spesso dimenticati!).

Pubblicato il 5 marzo 2011 su Movimento operaio, Politica cantonale. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: