Intervista al Corriere del Ticino del 15.4.’08

Intervista al candidato al Municipio e Consiglio comunale di Bellinzona Massimiliano Ay (Lista 1)

  • Aggregazioni. Crede che il progetto che interessa Bellinzona e i Comuni a Nord sia un punto d’arrivo oppure trampolino per giungere a una grande Città che guarda anche a sud?

Starei attento a non trasformare la città in un semi-cantone gigantesco e invivibile. Le aggregazioni possono essere positive (anche a sud) se basate sugli effettivi bisogni, in fatto di servizi pubblici, della popolazione. Altrimenti diventano entità anonime dove la partecipazione può solo venir meno

  • Trasporti pubblici. Quale ritiene che sia la soluzione da mettere in atto al più presto per aumentarne l’utilizzo da parte dei cittadini e contribuire al miglioramento della qualità di vita?

Sono uno di coloro che a livello cantonale ha proposto trasporti pubblici gratuiti per pensionati e giovani in formazione. Credo che pure a livello comunale, previo un miglioramento della rete dei trasporti, si possa mettere in cantiere un’offerta simile prendendo spunto da altri comuni svizzeri.

  • Giovani. Cosa può fare di concreto la Città per avvicinarsi alla gioventù, in modo particolare agli adolescenti che chiedono spazio?

C’è bisogno di un centro giovanile, autorganizzato dai giovani stessi, come luogo di socializzazione, di divertimento non consumistico e di responsabilizzazione. Favorire poi lo sport giovanile e gli eventi culturali di massa (e non di élite), deve essere una priorità.

  • Finanze. Nei prossimi anni sono attesi a Bellinzona investimenti molto importanti.

L’importante è che l’investimento sia fatto in opere di pubblica utilità e in modo trasparente, non per arricchire chi ha la giusta tessera di partito!

  • Municipio. Ritiene che nell’ultimo quadriennio vi sia stata litigiosità e che essa abbia danneggiato, oltre che l’immagine della Città, anche la sua progettualità?

Il conflitto non sempre è negativo: può, al contrario, essere sinonimo di vivacità e dibattito. Mi pare invece che la collegialità si trasformi spesso in connivenza: tutti “mangiano la stessa torta” e il confronto democratico viene a mancare. In ogni caso: se litigiosità significa condannare chi vuole smantellare il servizio pubblico o ottenere vantaggi personali dalla politica, sono litigioso anche io!

  • Sicurezza. Presto la Città sarà presidiata, nelle zone più “sensibili”, anche da telecamere. Come dovrà essere accompagnata a livello di prevenzione e repressione, questa novità?

La videosorveglianza cura forse gli effetti, certamente non le cause. Oltre a favorire uno stato di polizia, temo non sia una misura lungimirante. Sicurezza è una parola di cui si abusa, ma la vera sicurezza è quella del lavoro non precario, dell’istruzione e dell’alloggio.

  • Proponga un ordine di argomenti prioritari per il Municipio nel prossimo quadriennio?

Aprire il centro giovanile, migliorare la rete dei trasporti pubblici mantenendo pedonalizzato il centro storico, affrontare i problemi della direzione delle scuole comunali, salvaguardare i posti di lavoro delle ex-regie federali.

Pubblicato il 16 aprile 2008, in Politica comunale con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. complimenti per l’elezione in consiglio comunale. a bellinzona ha portato più sinistra il noce …. che il piesse!!!

  2. ciao caro compagno,
    sono pienamente in accordo con te su tutti i punti,anche sulla questione tibetana.
    da castrista convinto mi permetto di porti una domanda : a quando una Rivoluzione?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: