PISA: l’umiliazione degli allievi ticinesi

Sui risultati del test PISA nelle scuole ticinese ci affidiamo alle parole cariche di saggezza e di speranza che ha scritto il compagno Lukas Nannini, liceale al secondo anno: “Non dovrebbero essere una sorpresa i pessimi risultati conseguiti, giacché la linea politica del governo, da una decina di anni a questa parte, è incentrata su continui tagli all’istruzione, gli unici aumenti sono stati il numero di studenti per classe e il numero di ore lavorative dei docenti. I risultati di questa politica si sono visti e, come sarebbe stato logico pensare, sono disastrosi, e ora ci ritroviamo etichettati: allievi più stupidi della Svizzera. Non possiamo accettare questa situazione! Purtroppo siamo già gli ultimi della classe e da perdere ci rimane ben poco. Non ci rimane altro che batterci per un’istruzione migliore, indipendente, critica, che permetta l’emancipazione individuale dai vincoli e dagli ostacoli sociali, economici e politici. Lottiamo!”

Pubblicato il 23 giugno 2005 su Movimento studentesco. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: