Risposta a quel docente che riteneva la scuola reclute più utile della scuola stessa!

Caro professore dell’élite culturale, caro professore di tutti i professori, tu che ripetevi che senza scuola reclute non si impara la disciplina, tu caro docente, che da tutti eri considerato un cafone. Caro professore, credo di essere più disciplinato io ad aver rifiutato di superare il terzo giorno di addestramento, più disciplinato con me stesso, con le mie convizioni, con i miei valori, uno dei quali porta il nome di „coerenza”. Caro professore qual è la disciplina che s’impara a militare? L’essere comandati a bacchetta? Sentirsi sempre inferiori a qualcuno? Imparare non solo cose inutili ma addirittura diseducative? Reprimere i propri sentimenti? Vivere nel conformismo e in una società artificiale? Caro professore, tu chiami questo disciplina, perché la tua lezione a scuola era proprio questo! Perché la tua pedagogia molto progredita ti rendeva l’idiota del collegio docenti. Tu caro professore, che insegni ai tuoi allievi di essere bravi robot, macchine che ubbidiscono ai tuoi comandi, macchine che memorizzano le tue nozioni, macchine che non coltivino ideali, proprio come te, e che magari in futuro diventino pure insegnanti per prestigio, rovinando generazioni di allievi! Non ti preoccupare professore, il tuo nome non svelerò, perché sei ben accompagnato!

Pubblicato il 15 gennaio 2002 su Movimento studentesco. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: