Autogestione alla faccia della Direzione

Ho avuto uno scambio di e-mail con un vecchio membro del Comitato Studentesco del nostro liceo, che mi ha raccontato un po‘ la storia delle Giornate Autogestite, mi ha fornito i vecchi rapporti di gestione e i vecchi verbali d‘assemblea.

Tutto inizia nel 1996, la Direzione è scettica (soprattuto il direttor Fossati – mi dice) ma alla fine accetta di affidare agli studenti due giorni da gestire autonomamente.

Passano gli anni e le giornate ritornano senza problemi. Arriva il 1998/99 e alla direzione l‘idea dell‘autogestione non è più tanto gradita. Iniziano a censurare a man bassa attività, così che non si riesca a coprire tre giorni: si inventano la storia della controparte nelle varie attività perché ritengono che siamo studenti rimbecilliti che si lasciano indottrinare dai relatori; e tante altre assurdità…

L‘anno scorso al comitato viene imposto un nuovo sistema organizzativo: non più la libertà del sistema „minestrone”, ma la rigidità di un solo argomento per giornata. E il risultato? il numero delle proposte era talmente esiguo che non si sarebbe potuta organizzare neppure una mezza giornata.

Quest‘anno abbiamo tentato una terza via fra la rigidità estrema dello scorso anno, e il „minestrone” di quelli precedenti. La cosa non ha ingranato subito: a due settimane dal termine i formulari ritornatici erano davvero pochi. Il direttore era felice: gli allievi non sentirebbero – secondo lui – l‘esigenza delle giornate! Noi invece abbiamo perseverato, e alla fine gli studenti ci hanno seguiti: circa 140 proposte! Un successone alla faccia di chi non crede a questo modo di fare scuola. Gli studenti si sono uniti e hanno detto: Siamo in grado di autogestirci! e questo alla faccia di chi vuole un insegnamento rigido, dogmatico e nozionistico.

Le proposte di quest‘anno erano di un livello qualitativo molto alto: troppo difficile trovare una giustificazione per censurarne almeno il 30% come si era soliti fare. Per non darla vinta del tutto agli studenti si sono però impegnati a metterci comunque i bastoni fra le ruote. Per correggere il fascicolo delle proposte l‘amministrazione scolastica ci ha impiegato ben tre settimane, di cui una di vacanza!!! E intanto il ritardo si accumulava. Le correzioni consistevano poi in inezie sull‘impaginazione informatica, sull‘uso di certi termini nelle descrizioni, sulle referenze incomplete (a loro modo di vedere) dei relatori, ecc.

Fin qui la solita direzione che non ama l‘intraprendenza degli studenti, ma si va oltre: ad ogni proiezione di film impongono la presenza di un non meglio specificato „esperto di cinema”. Io e l‘amico Leo, che ci stavamo occupando dell‘”Attimo Fuggente” da dicembre ed eravamo certi di poter gestire minimanente un discorso che reggesse, ci siamo sentiti insultati da questa disposizione, non solo perché si metteva in dubbio le nostre possibilità, ma anche perché uccideva del tutto il senso dell‘autogestione! Com‘è andata a finire? Della volontà dell‘Amministrazione ce ne siamo infischiati e non abbiamo chiamato nessuno presunto esperto: gli esperti di quel film siamo noi!!!

Autogestione significa gestione della scuola da parte degli studenti, e di nessun altro! La capiranno di tenere fuori il naso da queste cose? O bisogna andare più a fondo, e ritenere l‘autogestione un‘occupazione della scuola? In Italia fanno così, il nostro stesso Consiglio di direzione in altri tempi lo faceva, credono che sia tutto finito? Non siamo riusciti noi, ma un giorno la bomba scoppierà alla faccia dei sessantottini che sono convinti di avere assicurato il cadreghino.

Pubblicato il 1 aprile 2001, in Movimento studentesco, Politica giovanile, Ricordi personali con tag . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: